Da giovedì 11 febbraio 2021 ore 16.03, in replica domenica ore 02.00 e 19, martedì ore 11.03 (Speciale Radio – 3 / Speciale Culturale)

si è tenuto, martedì 26 gennaio 2021 un incontro in videoconferenza nell’ambito della Memoria promosso dall’Università degli Studi di Trieste presso il Teatro Miela P.zza Duca degli Abruzzi a Trieste con il partenariato dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino in collaborazione con Stazione Rogers, il Circolo della Stampa di Trieste, Bonawentura e Teatro Miela, in occasione dell’8° Convegno Istituzionale multidisciplinare: “Convivere con Auschwitz, violenza e indifferenza nella regressione del Sapiens contemporaneo” (parte conclusiva del convegno). Ha coordinato le presentazioni il Dott. Gianni Peteani Unità di Staff Comunicazione e relazioni esterne dell’Università degli Studi di Trieste, Presidente del Comitato permanente Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d’Italia, deportata ad Auschwitz 81672.

Sul tema: “Pervitin, la droga illegale del soldato tedesco”, Prof.ssa Sabina Passamonti, Docente di Biochimica del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università degli Studi di Trieste;

sul tema: “La violenza fuori e dentro. Ci stiamo assuefando alla violenza?”, Prof. Fabio Del Missier, Docente di Psicologia del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università degli Studi di Trieste;

testimonianza di Giorgio Cantarini, del pluripremiato film “La vita è bella”;

sul tema: “La memoria e l’oblio”, Prof. Mauro Barberis, Docente di Filosofia del Diritto del Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione dell’Università degli Studi di Trieste.